Una nuova speranza

Il futuro delle piattaforme applicative

Immagine: Mr Hasgaha (CC BY-NC 2.0)

Attualmente stiamo vivendo in una prigione di controllo centralizzato. Questa prigione consente l'accesso privilegiato per pochi a spese del resto. Ma la tecnologia ha il potenziale per cambiarlo.

Se sei uno sviluppatore di software che vive nel mondo oggi, hai il potenziale per far parte della più grande rivoluzione globale che il mondo abbia mai visto. Una rivoluzione che trasformerà la vita di miliardi di persone e creerà nuove opportunità economiche che salveranno vite e includeranno miliardi di persone in più nell'economia digitale.

Piattaforme centralizzate

Nel 2011 facevo parte di un team di avvio che lavorava sull'app musicale più popolare su Facebook con oltre 30 milioni di utenti attivi mensili. Stavamo diventando pazzi, integrandoci con altri fantastici servizi musicali come Spotify, Bands in Town, Ricerca Google e Billboard Magazine. Mezzo milione di band hanno usato la piattaforma per gestire i loro profili, le date dei tour, lo streaming musicale e il merch.

Quindi un giorno, Facebook ha disattivato l'impostazione di "pagina di destinazione predefinita" per i profili degli artisti. Durante la notte, il traffico è stato decimato. Quel giorno, centinaia di altre aziende furono sventrate da quella sola scelta tecnologica. Facebook ha lanciato un capovolgimento e di conseguenza centinaia di sviluppatori hanno perso il lavoro. Centinaia di app utili e interessanti hanno cessato di esistere. Un eccitante ecosistema di possibilità creative è stato espulso dall'esistenza.

Ma Facebook non è l'unica compagnia che esercita incautamente quel tipo di potere distruttivo. La ricerca di Google è nota per generare grandi affari per le aziende che si affidano al traffico di ricerca e quindi decimare quelle stesse aziende con un aggiornamento dell'algoritmo di ricerca.

Il problema non è che Facebook, Google o Apple siano cattivi. Il problema è che tanto potere è centralizzato sotto il controllo di una manciata di grandi aziende per cominciare. La salute della tua futura app potrebbe essere al di fuori del tuo controllo. Il controllo sul tuo destino potrebbe appartenere a qualcun altro.

E se potessimo costruire app sopra architetture che sono controllate e governate da comunità, piuttosto che i capricci di una mega-corporazione egoista? Immagina una rete globale di computer, tutti collegati tra loro, con gli sviluppatori che collaborano per creare una piattaforma applicativa più inclusiva e decentralizzata.

Quando è nata la rete, l'idea era di autorizzare chiunque, ovunque, a pubblicare documenti che potessero collegarsi liberamente tra loro. Fu costruito su una rete che nessuna entità centrale controllava. Negli anni '90 sono emersi numerosi servizi proprietari concorrenti. Aziende come AOL e Compuserve hanno lanciato le proprie reti di contenuti in diretta concorrenza con il World Wide Web: ma il web ha vinto.

Microsoft e Apple hanno anche combattuto per possedere la piattaforma per dispositivi mobili. Se avessimo fermato il tempo nel 2010, potresti presumere che Apple abbia vinto quella guerra. Ma oggi, un sistema operativo Linux open source alimenta i dispositivi Android, che controllano l'86% del mercato globale degli smartphone mobili.

Negli anni '90, le librerie di software commerciali che applicavano diritti di licenza (e talvolta royalties) dominavano il panorama delle biblioteche. Oggi, se qualcuno creasse un toolkit GUI a sorgente chiuso e provasse ad addebitare i costi di licenza per esso, pochissime persone sarebbero costrette ad abbandonare l'ecosistema React open source.

Ma continuiamo a scrivere applicazioni che dipendono da entità centralizzate come Facebook, Google o Twitter per sopravvivere. C'è uno tsunami in avvicinamento che cambierà tutto questo.

Alla fine degli anni '90, le persone iniziarono a condividere file MP3 su Internet, inizialmente tramite il File Transfer Protocol (FTP) situato sui server centrali. Ma presto, i server centralizzati furono attaccati dalle case discografiche. La comunità ha reagito con Napster, il primo popolare servizio decentralizzato di condivisione di musica, ma le case discografiche hanno sostenuto che anche se Napster non ospitava direttamente la musica, stava permettendo alle persone di infrangere la legge.

Napster era una società di proprietà e gestita da una società centralizzata, e nel 2000 Metallica fece causa a Napster e li fece chiudere.

Ma se pensi che la storia peer-to-peer (P2P) sia finita qui, ti sbagli di grosso. Dalle ceneri di Napster sorsero Gnutella, Bittorrent e IPFS. Tutti i protocolli aperti con implementazioni open source. Tutti decentralizzati senza alcuna società di controllo per fare causa, e finora nessuno è stato in grado di chiuderli.

Capitale centralizzato

Nel 2008 il mercato immobiliare si è schiantato. Troppo debito ipotecario non garantito si è concentrato in una manciata di banche molto grandi. Quando il tasso di insolvenza del prestito ha iniziato a raggiungerli, i domino hanno iniziato a cadere, portando a crolli e salvataggi bancari multipli per un totale di oltre $ 7,7 trilioni di dollari solo negli Stati Uniti. Crolli e salvataggi simili hanno fatto eco in tutta Europa, minacciando l'intera economia globale e lanciando il mondo nella recessione più profonda dopo la grande depressione.

Il 9 gennaio 2009, il blocco Genesis è stato estratto sulla blockchain Bitcoin. Nel blocco era incorporato il seguente messaggio:

"The Times 03 / Jan / 2009 Cancelliere sull'orlo del secondo piano di salvataggio per le banche"

La fiducia del mondo nei confronti delle istituzioni bancarie ha toccato un minimo inducente la crisi e il pubblico, sconvolto da due anni di crisi finanziarie, perdite di posti di lavoro e pignoramenti domestici, si è unito per formare le dimostrazioni di Wall Street che si sono diffuse in tutto il mondo nel 2011. I banchieri che causarono la crisi fluttuarono su paracadute d'oro mentre la classe media evaporava. Il pubblico era infuriato.

Da allora, le banche sono tornate a giocare con gli stessi giochi, Facebook, Google e Apple hanno ancora più potere e il mondo ha subito attacchi crescenti alle nostre libertà.

La nostra unica speranza

Le architetture decentralizzate sono esplose. Il bitcoin è stata la scintilla che ha dato fuoco alle immaginazioni degli investitori e quando i soldi hanno riversato il carburante dei razzi in criptovalute, le comunità di sviluppatori hanno iniziato a formarsi e crescere, crescere e crescere ancora.

Dal 2011, la potenza hash della rete Bitcoin è cresciuta di 8 ordini di grandezza e il prezzo è cresciuto con esso.

Grafico di Bitcoin Hash Power di Hans HODL: 2011–2018

Le transazioni Bitcoin funzionano a causa della blockchain Bitcoin: la prima dimostrazione su larga scala della scarsità digitale e del consenso decentralizzato. Entro il 2013, una massa critica di sviluppatori si chiedeva cos'altro si potesse ottenere con la scarsità digitale e la tecnologia Ledger decentralizzata (DLT).

Si scopre che la risposta è "molto". Uno sviluppatore di nome Vitalik Buterin era frustrato quando il gioco centralizzato di World of Warcraft che aveva investito 3 anni giocando cambiò le regole. Buterin è stato coinvolto in Bitcoin e ha voluto esplorare cos'altro potrebbe fare una blockchain. L'idea di un computer mondiale decentralizzato cominciò a formarsi nella sua mente.

Nel 2015 Vitalik Buterin, Gavin Wood e Joseph Lubin hanno lanciato Ethereum e una grande comunità di sviluppatori si è radunata attorno ad esso. Entro il 2017, il big bang dell'ICO ha lanciato migliaia di criptoasset alternativi, principalmente in cima a Ethereum, fornendo un'alternativa ai tradizionali finanziamenti di venture capital e conio di alcuni nuovi miliardari nel processo.

Alla fine del 2017, la frenesia degli investimenti ha raggiunto il picco e per la maggior parte del 2018 i prezzi sono tornati alla realtà. Il calo dei prezzi del 2018 è un fenomeno che si è storicamente ripreso ogni volta che il prezzo del Bitcoin raggiunge un altro ordine di grandezza in crescita. Credetemi, c'è molto di più davanti a noi che alle nostre spalle.

Nel frattempo, stanno cominciando ad arrivare le prime dApp scalabili di prima generazione, inclusa la partnership di Sliver.tv con Tencent Games che premia esportare spettatori e streamer con criptovaluta che possono essere spesi sulla piattaforma Sliver e utilizzati per gli acquisti in-game.

Nel frattempo, la piattaforma Waves rende facile per chiunque creare una criptovaluta. Gestisce la propria blockchain basata sul consenso di Leased Proof of Stake (LPoS) - una soluzione di ridimensionamento dello strato di base più veloce rispetto ai modelli Proof of Work (PoW) utilizzati da Bitcoin ed Ethereum. Il software del portafoglio include uno scambio decentralizzato (DEX) incorporato in cui gli utenti possono scambiare i token. Il portafoglio Waves ha oltre 100.000 download nel negozio Android.

Se sei curioso di unirti alla rivoluzione, la maggior parte delle app di crittografia sono costruite utilizzando JavaScript sul front-end. Le implementazioni del nodo Blockchain (il software che comunica con le stesse blockchain) sono basate su una vasta gamma di tecnologie, tra cui C ++ (Bitcoin Core), Go (Ethereum) e JavaScript (Lisk).

Le applicazioni blockchain di solito dipendono da contratti intelligenti, che forniscono consenso non solo per i dati registrati nel libro mastro, ma per gli algoritmi che elaborano tali dati.

La maggior parte dello sviluppo di Ethereum è attualmente realizzato in Solidity ed è di gran lunga il linguaggio di programmazione di contratti intelligenti più utilizzato fino ad oggi.

Bitcoin ha Bitcoin Script. Waves ha un linguaggio di programmazione funzionale incompleto intenzionalmente chiamato RIDE, e Cardano ha Plutus, un linguaggio di programmazione funzionale ispirato a Haskell progettato da nientemeno che Philip Wadler, l'uomo che ha portato Monads a Haskell e ispirato una generazione di programmatori funzionali in tutti i moderni linguaggi di programmazione.

Ma nonostante tutti questi linguaggi di programmazione blockchain, la maggior parte della programmazione crittografica e blockchain nel mondo è condotta in JavaScript. JavaScript è lo standard defacto per le interfacce utente che alimentano la rivoluzione delle criptovalute.

"La maggior parte della programmazione di crittografia e blockchain nel mondo è condotta in JavaScript."

Un nuovo blog

Prima di scrivere il mio primo post su JavaScript, programmavo JavaScript da più di 10 anni.

Prima di scrivere il mio primo post sul blog su crypto, ho usato, costruito e seguito l'architettura decentralizzata per più di 10 anni.

Ho guardato, imparato, costruito, guidando squadre e aspettando il momento giusto. La tecnologia di solito non esplode la prima volta che qualcuno ne viene a conoscenza. All'inizio si sviluppa lentamente, quindi raggiunge un punto di flesso e inizia davvero a esplodere nell'adozione tradizionale.

Crypto sta per esplodere. Il 2019 sarà l'anno in cui il primo multi-milione di dApp utente arriverà sul mercato e i geek non blockchain inizieranno a negoziare per la prima volta in criptovalute.

Di tanto in tanto, potrei blog qui sulla scena JavaScript sull'architettura decentralizzata se sarà di grande interesse specifico per gli sviluppatori JavaScript. Tuttavia, la maggior parte della mia scrittura crittografica troverà una casa su un nuovo blog chiamato The Challenge.

Il post sul blog inaugurale su The Challenge è stato scritto dall'influente analista di Cryptoasset, Hans HODL. Sono orgoglioso di presentarti a lui.

Se vuoi saperne di più sul perché la criptovaluta è così importante, fai un respiro, prendi uno spuntino e poi leggi la nostra canzone di lotta "The Challenge".

Eric Elliott è un esperto di sistemi distribuiti e autore di "Programmazione di applicazioni JavaScript". Come co-fondatore di DevAnywhere.io, insegna agli sviluppatori le competenze di cui hanno bisogno per lavorare in remoto e abbracciare l'equilibrio tra lavoro e vita privata. Crea e fornisce consulenza a team di sviluppo per progetti crittografici e ha contribuito alle esperienze software per Adobe Systems, Zumba Fitness, The Wall Street Journal, ESPN, BBC e i migliori artisti discografici tra cui Usher, Frank Ocean, Metallica e molti altri.

Gode ​​di uno stile di vita remoto con la donna più bella del mondo.