In "The Performance-Values ​​Matrix", ho sostenuto che il principale motivo per cui la cultura aziendale si degrada è che le aziende assumono, trattengono e promuovono "stronzi" (impiegati mercenari la cui mancanza di empatia causa problemi interpersonali). Ho anche introdotto la matrice Performance-Values ​​come sistema di rinforzo per valutare e affrontare proprio questo problema. Ora approfondiamo la comprensione clinica del comportamento "stronzo" e di come può essere gestito con cura in un'azienda.

Parte I: Anatomy of a Asshole (The Dark Triad)

"Stronzo" non è un termine che uso clinicamente o scientificamente, ma piuttosto comunemente perché fornisce una comprensione condivisa di qualcosa che "sai quando lo vedi". Il mio obiettivo qui è offrire approfondimenti e categorizzare chiaramente un modello che probabilmente intuitivamente riconoscere.

Clinicamente, ci sono tre tipi distinti di tratti di personalità socialmente avversi, noti come la "Triade Oscura": psicopatia, narcisismo e machiavellismo. Questi tratti sono dimensionali nel senso che tutti noi cadiamo da qualche parte nello spettro, ma solo quelli che sono molto alti nel trio di tratti possono essere considerati diagnosticati con disturbo antisociale della personalità. Se sei curioso, puoi fare il test della personalità della Triade oscura corta online per vedere quale percentile mostri in questi tre tratti, rispetto alla popolazione generale.

La chiave per comprendere la Triade Oscura è che mentre tutti e tre condividono una insensibilità verso gli altri che incoraggia la manipolazione, lo fanno per ragioni distinte. Gli psicopatici sono guidati da premi tangibili a breve termine e si impegnano in comportamenti sconsiderati e antisociali per ottenerli. I machiavellici sono alimentati da premi tangibili a lungo termine e pianificheranno strategie per ottenerli. I narcisisti sono motivati ​​da qualunque cosa accresca il loro ego, sia che si tratti di ricompense tangibili o di semplici elogi che convalida la loro immagine di sé idealizzata.

Psicopatia, alias Gordon Gekko

Gli psicopatici sono i tuoi tipici cattivi nei film. La loro emotività è insensibile e aggressiva (manifestata come scoppi di rabbia o persino violenza fisica con poco rimorso) e il loro comportamento è impulsivo e irresponsabile (spesso trascurando palesemente la sicurezza di se stessi o degli altri). Sfidano allegramente le norme e le leggi e usano l'inganno e la manipolazione a scopo di lucro o, ancor più allarmante, di auto-divertimento.

Sebbene solo l'1-2% delle persone nella popolazione generale possa essere clinicamente diagnosticabile con un disturbo antisociale della personalità (come affermato nel "Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali" o DSM-5, un atlante della salute mentale ampiamente rispettato), sono purtroppo sovrarappresentati nelle società, in particolare tra i CEO. Le rappresentazioni cinematografiche preferite degli psicopatici nelle corporazioni includono Gordon Gekko nel film del 1987 Wall Street e Patrick Bateman nell'American Psycho del 2000.

Un aspetto unico degli psicopatici è che tendono ad avere un focus a breve termine: per esempio, mentiranno per una gratificazione immediata, anche se quelle bugie compromettono i loro guadagni a lungo termine. Altri comportamenti a breve termine come la temerarietà e la ricerca del brivido tendono a guidare comportamenti criminali ambiziosi e spericolati. Per ulteriori letture, raccomando il libro Snakes in Suits: When Psychopaths Go to Work.

Machiavellismo, alias Frank Underwood

Il machiavellico è un manipolatore strategico e calcolatore che crede che i fini giustificino qualsiasi mezzo. Mentre manipolatori come gli psicopatici, i machiavellici sono molto più orientati al futuro: pianificare in anticipo, formare alleanze e mantenere attentamente la loro reputazione. Tendono a raggiungere quest'ultimo proteggendo amici intimi e familiari dai loro modi nefasti.

A differenza della psicopatia, che è in parte genetica e raramente riparabile, il machiavellismo può essere più di uno stato fluido rispetto a un tratto permanente della personalità. Come suggerito dagli esperimenti della prigione di Milgram e Stanford, le persone normalmente prosociali possono agire in modi sorprendentemente machiavellici quando si trovano in determinate situazioni, a determinate condizioni. In effetti, ho visto leader aziendali, che sembrano essere sinceramente gentili nelle loro vite personali, agire sorprendentemente machiavellici quando le loro società sono messe in dilemmi finanziari difficili (ad esempio, assumendo e rifiutando di licenziare dipendenti mercenari). La cultura aziendale, in particolare nella Silicon Valley, incoraggia tale comportamento glorificando i leader che "fanno tutto il necessario" per garantire che la loro azienda sopravviva e abbia successo.

L'ironia è che le startup affermano di amare i "truffatori" (ovvero i dipendenti proattivi che fanno tutto il necessario per portare a termine il lavoro), anche se il termine "truffatore" significa anche qualcuno che contro e imbroglia gli altri. Coincidenza? Probabilmente no. Per ulteriori letture, raccomando i libri classici Machiavelli, Il principe e Sun Tzu, L'arte della guerra, e per una interpretazione più moderna, Le 48 leggi del potere di Robert Greene.

Narcisismo, alias Tony Stark

La maggior parte delle persone ha familiarità con le caratteristiche più ovvie del narcisismo: grandiosa sicurezza di sé e egocentrismo, che risulta compiaciuto e servizievole. Tuttavia, il narcisista è in realtà molto insicuro e in una ricerca senza fine per il rinforzo dell'ego, che include spingersi al punto di ingannare se stesso. I narcisisti sembrano credere ai propri meriti e sentirsi autorizzati, anche quando si può verificare che stanno esagerando le loro competenze.

Emotivamente, i narcisisti provano rabbia e aggressività se il loro fragile ego è minacciato, in quella che è conosciuta come "rabbia narcisistica". Dato che non possono essere abbastanza vulnerabili per la vera intimità, le loro relazioni tendono a essere poco empatiche e superficiali. A livello comportamentale, tendono ad agire in modo antagonista verso gli altri - manipolando, mentendo e minacciando la strada verso i risultati desiderati - e impegnandosi in atti disinibiti che sono irresponsabili, impulsivi o rischiosi per sembrare eccitanti o audaci.

È importante notare che un certo grado di ego è in realtà sano e necessario per formare un senso di sé resiliente che consente di perseverare attraverso i tempi difficili. La distinzione è che la sana fiducia in se stessi è un atteggiamento basato su risultati dominati, valori aderenti e rispetto verso se stessi e gli altri, mentre la fiducia in se stessi narcisistica è in realtà una difesa psicologica contro l'inadeguatezza sottostante (motivo per cui viene definita "sé maligna -amore").

Ad un certo punto della loro vita, circa il 6% delle persone soddisferà i criteri completi per il disturbo narcisistico della personalità, con più uomini (quasi l'8%) che donne (quasi il 5%) qualificati. Come nel resto della Triade Oscura, i narcisisti sono sovrarappresentati tra i leader, in particolare i leader delle nazioni. Per una prospettiva psicoanalitica su come si sviluppa il narcisismo, raccomando il libro di Alice Miller, Il dramma del bambino dotato.

Parte II: The Accidental Asshole (Highism Functioning Autism)

Distinto dallo spettro della Triade Oscura è una condizione che può effettivamente essere utile per il lavoro, chiamata Disturbo dello spettro autistico, in cui casi ad alto funzionamento erano precedentemente noti come sindrome di Asperger. Le persone nello spettro autistico di solito non sono stronzi. Ma condividono un ridotto senso di empatia che può farli sembrare degli stronzi.

La distinzione chiave è che le persone con tratti di Triade Oscura sono spesso insensibili agli altri, mentre le persone con autismo possono essere indifferenti. Hanno difficoltà a raccogliere spunti che potrebbero spingerli a fare o dire ciò che è considerato socialmente appropriato. Una delle migliori vetrine di questa distinzione è nel film The Social Network. Per essere chiari: non sto cercando di diagnosticare Mark Zuckerberg (che era il mio compagno di classe di Harvard e un bravo ragazzo), ma sto discutendo la sua rappresentazione in qualche modo immaginaria del film in linea con il resto di questo post.

Il film inizia con Mark e una sua studentessa universitaria Erica che escono per un appuntamento. Si interrompe rapidamente con lui perché dice cose offensive, che interpreta come uno stronzo (cioè spettro della Triade Oscura). Tuttavia, per la scena finale, Marilyn, avvocato di Mark, riconosce che è meno uno stronzo e più dolorosamente ignaro (cioè nello spettro dell'autismo), e sta cercando di imitare il comportamento duro di ciò che crede facciano gli altri CEO.

Scena di apertura [Erica]: “Probabilmente diventerai un computer di grande successo. Ma attraverserai la vita pensando che non piaci alle ragazze perché sei un secchione. E voglio che tu sappia, dal profondo del mio cuore, che non sarà vero. Sarà perché sei uno stronzo. "

Scena finale [Marilyn]: "Non sei uno stronzo, Mark. Stai solo cercando di essere così difficile. "

Empatia cognitiva vs. affettiva

Molte persone pensano all'empatia semplicemente come a comprendere gli altri, o la confondono per simpatia. Ma gli psicologi distinguono tra due principali tipi di empatia: cognitiva e affettiva. L'empatia cognitiva è la capacità di comprendere lo stato mentale di un'altra persona, mentre l'empatia affettiva è la capacità di rispondere con un'emozione appropriata allo stato mentale di un'altra persona.

Ad esempio, se vedi qualcuno cadere e strapparsi i jeans, provare empatia cognitiva significherebbe mettersi nei loro panni e rendersi conto che l'altra persona probabilmente penserebbe "Quanto imbarazzante!" Ma l'empatia affettiva sarebbe davvero provare imbarazzo per loro insieme a un desiderio compassionevole di aiutarli in quel momento.

Come visto nella matrice sotto, le persone nello spettro autistico hanno un'empatia cognitiva compromessa e un'empatia affettiva intatta, mentre le persone nello spettro della Triade Oscura hanno il contrario: empatia cognitiva intatta e empatia affettiva compromessa. Pertanto, le persone nello spettro autistico hanno difficoltà interpersonali perché hanno difficoltà a comprendere le situazioni sociali, mentre le persone nello spettro della Triade Oscura comprendono bene le situazioni sociali, ma spesso hanno obiettivi antisociali. Quindi le persone nello spettro dell'autismo sono asociali, mentre le persone nello spettro della Triade Oscura sono antisociali. È anche possibile avere sia tratti di autismo che di spettro della Triade Oscura, e quindi provare poca empatia cognitiva o affettiva.

© Dr. Cameron Sepah

Partner poco empatici nel crimine

Sembrerebbe che le persone con tratti di Triade Oscura e di autismo non sarebbero probabilmente amici, dato che le persone con tratti di Triade Oscura possono spesso essere (superficialmente) affascinanti, mentre quelle sullo spettro di autismo hanno spesso problemi a inserirsi socialmente. Ma queste persone spesso diventano partner nel crimine perché i loro rispettivi deficit di empatia permettono loro di lavorare insieme in una simbiosi stranamente parassitaria. Questa metafora è utile per capire in che modo le loro motivazioni differiscono sul lavoro:

"[Le persone nello spettro dell'autismo sono] focalizzate sulla" costruzione di una scatola migliore "; sulla scatola stessa, su come è fatta, su come migliorarla, su cos'altro può essere usata, su altre scatole simili e spesso vuole che gli altri sentano parlare della scatola e delle loro idee, condividano il loro entusiasmo, o almeno essere comprensivi o rispettosi del loro entusiasmo per "la scatola".
[Al contrario, le persone dello spettro della Triade Oscura sono] focalizzate sull'ottenere credito per "costruire una scatola migliore" (sia che l'abbia costruita o meno), essere vista come il "costruttore di scatole", ottenere credito per essere la Scatola Più Esperta Costruttore, come la scatola può essere usata per farsi soldi o per promuovere le sue agende personali, come nascondere il fatto che qualcun altro ha costruito la scatola. "

La mia interpretazione preferita di questo film è tratta dal film biografico del 2013, Jobs. In una scena drammatica, Steve Jobs convince il suo amico Steve Wozniak ad aiutarlo a progettare un nuovo videogioco per Atari, ma gli sta mentendo offrendogli di dividere un bonus di $ 700 (che era davvero $ 5.000). Anni dopo, Wozniak ha scoperto la duplicità di Jobs mentre leggeva un libro sulla storia di Atari ed è stato portato alle lacrime.

Pertanto, quelli con tratti della Triade Oscura tendono a predare le persone nello spettro dell'autismo e ad usarli come "aiutanti" per sfruttare la loro lealtà e talento. Tuttavia, quando la persona nello spettro autistico capisce le sue vere intenzioni, la persona della Triade Oscura si accende spesso per evitare di essere esposta. Ad esempio, un manager può influenzare un analista a produrre dati promettenti ma discutibili per spingere la propria agenda, che in seguito si traduce in una caduta tra i due (spesso dopo che il danno irreversibile è stato fatto).

Parte III: Gestire l'oscurità interiore

Anche se sono competenti, le persone che esibiscono fortemente i tratti della Triade Nera sul lavoro devono essere riparate o separate al fine di mantenere la cultura dell'azienda. Tuttavia, se rimangono, è fondamentale riconoscere il grado di compromissione sociale e professionale e adottare misure rapide per mitigare il danno quando le dinamiche sociali vengono interrotte o sfruttate. Nella mia esperienza, i dipendenti di Dark Triad lavorano meglio in aziende con valori congruenti se ricoprono ruoli di nicchia che accentuano i loro punti di forza e minimizzano i loro punti deboli.

Spesso funzionano meglio come contributori individuali, dato che l'empatia è un aspetto chiave dell'essere un manager di successo e la percezione che il tuo manager si preoccupi sinceramente del tuo benessere è uno dei predittori più forti della soddisfazione lavorativa dei dipendenti. Pertanto, le persone che mostrano fortemente i tratti della Triade Oscura e devono interagire regolarmente con gli altri spesso devono essere gestite in modo speciale per garantire sia il loro successo personale che il benessere di coloro che li circondano. L'uso della matrice Performance-Values ​​è una struttura di gestione utile per rafforzare il comportamento prosociale e punire il comportamento antisociale.

È importante notare che ci sono amministratori delegati eccezionali con questi tratti che hanno ancora un enorme successo e ammirazione. Nel caso di Steve Jobs, ha esposto questi tratti, ma era anche un visionario di incredibile talento con una squadra complementare. Essere circondati da leader operativi con un'intelligenza emotiva elevata (EQ) può aiutare a bilanciare gli alti QI e il temperamento degli amministratori delegati visionari e guidare costantemente le aziende di unicorni.

Nel caso in cui tu prenda tale successo come una scusa per sfoggiare i tuoi tratti più oscuri come leader, ricorda solo: non sei Steve Jobs. A differenza di un principe rinascimentale, come amministratore delegato, è molto meglio essere amato che temuto. I leader efficaci devono incarnare la luce comprendendo e gestendo i tratti più oscuri dei loro dipendenti.

Continua nella parte 3: Perché le persone buone diventano boss malvagi