I colori dei pulsanti non salveranno la tua attività

Originariamente pubblicato su JOTFORM.COM

9.810.

Ecco quanti passi ho fatto oggi.

190 passi al di sotto della media giornaliera consigliata per mantenersi in salute, per l'esattezza.

Questa è solo una frazione degli innumerevoli modi in cui app, dispositivi e piattaforme misurano le mie prestazioni su base giornaliera.

Quanto sto bene, in termini di fitness e produttività? Che ne dici di consapevolezza e denaro? Potrei fare di meglio?

La risposta è sempre si.

Siamo diventati una cultura ossessionata dall'ottimizzazione: l'impulso a migliorare sulla base dei dati.

L'ottimizzazione fa appello perché mantiene la promessa di perfezione. Una soluzione miracolosa, una soluzione rapida che ci consente di bypassare fasce di tempo e sforzi per ottenere un risultato strabiliante.

Se seguiamo solo pochi semplici passaggi, possiamo avere la relazione, il lavoro, la vita che abbiamo sempre sognato.

Inseguendo la perfezione contro il mantenimento della prospettiva

Questa mentalità di costante ottimizzazione si applica anche al mondo delle startup.

I test A / B e altri termini fantasiosi di hacking della crescita irrompono nelle nostre vite con la promessa di portare dati e intuizioni, che speriamo possano aumentare alle stelle la nostra crescita.

Dopotutto, i dati non mentono: sono spassionati, obiettivi, in bianco e nero.

Ci si sente al sicuro.

Ci porta intuizione e direzione.

Ma i dati sono la nostra scusa per una scorciatoia per il successo invece di costruire un prodotto che i clienti amano?

Prendimi come esempio. Ieri ho trascorso più di 4 ore con il nostro lead designer per discutere su come dividere il colore del pulsante della nostra homepage.

Sì, sto parlando di sprecare la mia intera mattinata produttiva pianificando come ottimizzare quel piccolo pulsante di registrazione:

Bene, un pulsante grigio più scuro potrebbe vincere il test di divisione con conversioni più alte dello 0,33%. Ma non sarebbe meglio spendere la stessa quantità di risorse per deliziare i nostri clienti?

Sebbene i dati non siano malvagi, una dipendenza eccessiva dai dati può offuscare la nostra capacità di vedere soluzioni creative a problemi fondamentali.

Quando siamo iper-focalizzati sulle microinterazioni, perdiamo la nostra prospettiva; e quando rimpiccioliamo, potremmo essere lasciati con un puzzle non rivelatore di pezzi inadatti.

Ricordi la dipartita di Douglas Bowman da Google e i loro famigerati test su 41 diverse tonalità di blu? Per lui, la spada dei dati era diventata troppo acuta, troppo pervasiva - e si rifiutava di cadere su di essa.

La crescita reale proviene da qualche parte molto più sfaccettata di uno schema "arricchisci rapidamente".

Fumo e specchi

Come per l'ottimizzazione, vogliamo credere in un trucco magico che ci consente di saltare la fila verso la celebrità, iper-gonfiando la nostra crescita con il minimo sforzo su scala massima.

Supponiamo che ci siano porte di conversione nascoste con migliaia di clienti in attesa dietro di loro; tutto ciò che dobbiamo fare è trovare la chiave.

Sfortunatamente, il termine di Sean Ellis è stato distorto oltre il riconoscimento negli ultimi sette anni: è chiaro che non intendeva che l'hacking della crescita diventasse sinonimo di "Non voglio lavorare sodo o spendere soldi".

Ripensando alle startup originali di hacker di crescita che siamo arrivati ​​a idolatrare - AirBnB, DropBox, Etsy, Uber - quanto sembrano lontani dai nostri attuali bot di social media e backlink SEO ingannevoli?

Oggi, l'hacking della crescita è arrivato a rappresentare qualcosa che inganna piuttosto che autorizza.

È lo smorzamento di problemi complessi in teorie facilmente digeribili, la sostituzione di proiettili di piombo scomodi e pesanti con quelli d'argento più belli e leggeri.

Cerca vittorie a breve termine, non crescita a lungo termine. Manca di pazienza e apprezza la gratificazione istantanea.
Se applicato a una relazione, questo si tradurrebbe in: quanto poco devo preoccuparmi di te per farmi interessare di me?

Quindi: quanto ci preoccupiamo per i nostri clienti?

I clienti sono persone con cui stringiamo una relazione; per amor di discussione, chiamiamolo un'amicizia.

Sappiamo tutti che per far prosperare un'amicizia è necessario un alto grado di trasparenza e rispetto.

Ma nel mezzo di questa incessante campagna di ottimizzazione e hacking di crescita, questi fattori sono spesso compromessi o dimenticati del tutto.

Pur sapendo che la maggior parte delle forme di pubblicità non funziona più, molestiamo i consumatori con fastidiosi annunci pubblicitari e pop-up di posta elettronica, insistendo sul fatto che prestano attenzione, si iscrivono, acquistano.

Ma dimentichiamo che hanno il potere di ignorarci, silenziare il rumore, bloccare le pubblicità, a differenza delle nostre pagine e annullare l'iscrizione per sempre.

Con i clienti sempre più selettivi su ciò che scelgono di consumare, la conservazione è il fattore principale che differenzia le startup di successo da quelle che rimangono indietro.

E la ragione principale per cui i clienti ci lasciano, secondo la Rockefeller Foundation, è percepita l'indifferenza:

Se i nostri clienti si sentono trascurati, trascurati, affamati di attenzione o dati per scontati, ci lasceranno. Perché sono umani, non robot di dati.

Quindi, con il tempo e le risorse limitati di una startup, dovremmo concentrarci su hack di crescita a breve termine o sulla questione meno scientifica e più qualitativa di deliziare i nostri clienti e farli sentire apprezzati?

Ecco la risposta

Ciò che Sam Altman mette perfettamente è vero:

"Le startup sono definite dalla crescita, ma la crescita non è il primo passo nella costruzione di una grande azienda.
Se ti concentri sul tentativo di crescere prima di far amare un prodotto, è improbabile che tu abbia successo. "

Ryan Holiday, autore di bestseller di Growth Hacker Marketing: A Primer on the Future of PR, Marketing and Advertising, concorda:

"I tuoi sforzi di marketing vengono sprecati su un prodotto mediocre, quindi non tollerare la mediocrità.
Isolare chi sono i tuoi clienti, capire le loro esigenze, progettare un prodotto che lascerà a bocca aperta. "

Se guardiamo indietro a quelle aziende mitiche che la crescita si è fatta strada a milioni, avevano una cosa in comune: una spinta incessante per potenziare i loro clienti e il desiderio di interagire direttamente con loro.

La crescita reale non proviene da ...

... invio di spam a Twitter per lead o esecuzione di migliaia di test A / B per migliorare la percentuale di clic.

Non esiste una soluzione magica. Non è un proiettile d'argento.

Viene da un prodotto che semplifica il marketing. Un prodotto che vale la pena coltivare. Un prodotto che la gente cadrà su se stesso per raccontare ai propri amici.

Una manciata di seguaci fedeli e fedeli invece di migliaia di passanti fugaci. Deriva dal duro lavoro di un'intera squadra, non di una crescita che ha hackerato il "mago".

Investi il ​​tuo tempo nel servizio clienti anziché nei colori dei pulsanti. Non ingannare i tuoi clienti o ingannarli. Capiscili. Guadagna la loro fiducia, la loro consapevolezza e il loro rispetto.

Oh, e smetti di trattarli come i tuoi clienti. Inizia invece a trattarli come i tuoi amici. Tutto il resto seguirà.

Come dovresti mantenere una bella amicizia?

  • INVESTI nell'assistenza clienti il ​​prima possibile. Rendi i tempi di risposta istantanei. Insegna ai clienti il ​​tuo prodotto, interagisci con loro, avvisali, non limitarti a descrivere le funzioni e lasciarle ad esso. La startup Hyper-Growth Slack ha assunto 5 volte più rappresentanti dell'assistenza clienti rispetto ai venditori, e guarda dove sono ora.
  • ACCELERARE. La ricerca mostra che il consumatore di oggi perde attenzione dopo otto secondi; abbiamo ufficialmente meno pazienza di un pesce rosso. I siti a caricamento lento riducono significativamente il traffico e le classifiche SEO, quindi assicurati che la tua piattaforma si carichi alla velocità della luce - e sicuramente in meno di otto secondi.
  • POTENZIA i clienti dando loro un valore duraturo - senza chiedere nulla in cambio. Che si tratti di splendide immagini gratuite come Unsplash, un'app, una piattaforma, un software o una guida, i contenuti di alta qualità senza vendita forzata saranno un regalo che continuerà a dare - per entrambi.
  • VAI OLTRE a seguirli sui social media. Inizia conversazioni e partecipa in modo significativo. Ciò ti consentirà di raccogliere dati e approfondimenti sul loro comportamento e di aiutarti a capirli meglio. La comunicazione da persona a persona stabilisce fiducia e rapporto a lungo termine.
  • COMUNICARE. Stabilisci canali che mostrino ai tuoi clienti che tieni alla loro opinione. Effettua il check-in regolarmente, chiedi feedback e accettalo. I recenti sviluppi della tecnologia consentono di impostare moduli perfettamente funzionanti in pochi minuti senza dover assumere un designer o uno sviluppatore. Altri offrono modi semplici e trasparenti per inviare gratuitamente tramite e-mail fino a 2000 abbonati alla volta. Quindi, non ci sono scuse per non entrare in contatto.

Il futuro

I tempi stanno cambiando.

Stiamo passando dal marketing di massa alla personalizzazione di massa con un focus sull'individualità.

La mentalità "taglia unica" è sull'ultima gamba. Invece, un approccio più olistico che tratta i consumatori come persone - con emozioni, abitudini ed esperienze - è al centro della scena nel futuro del marketing.

La tentazione di fare affidamento su scorciatoie può essere potente, ma in ultima istanza, la crescita sostenibile dipende dalla nostra capacità di attrarre e fidelizzare i nostri clienti facendoli sentire apprezzati.

Tuttavia, gli hack di ottimizzazione e crescita non devono essere messi da parte; questi esercizi apportano energia, concentrazione e sperimentazione importanti a qualsiasi startup.

Ma dovrebbero esistere come parte di una strategia operativa molto più ampia, incentrata sul cliente: quella che equilibra a breve termine con a lungo termine, crescita con prodotto e dati con intuizione.

La vera amicizia richiede tempo. Spendi saggiamente.