IPhone senza casa

Quindi, a quanto pare, il prossimo iPhone non avrà un pulsante Home fisico. Ci sono già state molte speculazioni su cosa significhi per l'utente. L'area inferiore del dispositivo, per alcuni, verrà utilizzata per ospitare gli elementi della barra di navigazione, nonché un pulsante Home virtuale.

Questo articolo descrive un'altra possibilità.

Alcuni risultati recenti in alcuni codici trapelati potrebbero invalidare ciò che sto per scrivere di seguito, ma comunque.

Aggiornamento 28 agosto: la parte 2 di questa storia è ora online.

Perché un pulsante Home?

Per affrontare un problema di progettazione è bene iniziare con le domande giuste. Sembra che utilizziamo il pulsante Home per due motivi dominanti:

  • Per andare in un posto dove possiamo scegliere un'altra app
  • Per "chiudere" l'app corrente perché abbiamo finito con essa

Naturalmente, molte altre funzioni si basano anche sull'attuale pulsante Home (utenti Siri, sparatemi!) Ma per ora permettetemi di semplificare un po 'e supporre che sia possibile trovare un'alternativa per ogni caso limite.

Quando ho provato la prima versione beta di iOS 11 su iPad, quello che mi ha colpito di più è stato il nuovo switcher di app. Scorrere dal bordo inferiore non solo rivela il centro di controllo come nelle precedenti versioni di iOS; ora viene fornito con il dock delle app preferite e anche lo switcher delle app, tutto sulla stessa schermata.

Il nuovo switcher di app su iPad (a partire da iOS 11 Beta 5)

Da lì, è interessante notare che toccando un punto qualsiasi dello sfondo sfocato si torna immediatamente alla schermata principale. Dopo un po 'mi sono reso conto che non stavo premendo più tanto il pulsante Home. Il dock con le mie app preferite, insieme all'elenco delle app recenti, mi è sembrato sufficiente per continuare il mio flusso di lavoro, almeno per la maggior parte del tempo. E anche il mio subconscio di "chiudere" l'app attuale sembrava soddisfatta.

Ho iniziato a chiedermi se questa nuova interfaccia, attivata con un semplice tocco, potesse essere l'arma segreta di Apple per sostituire definitivamente il pulsante Home.

Cosa sarebbe necessario per adattarlo all'iPhone? Questo è quello che ho cercato di fare.

Il concetto

Come potrebbe funzionare il nuovo switcher di app per iPad su iPhone

Questo è tutto. Decomponiamo il film in clip separate per discutere i diversi stati.

Stato del bacino

Dock è la cache di livello 1

La barra delle app preferite, come su iPad e su macOS, si chiama Dock e può essere rivelata (da sola, senza passare allo switcher app completo) su qualsiasi app. Potrebbe anche esserci spazio per includere un suggerimento in più nella parte giusta di esso. Questa è la cache di livello 1 per passare alla prossima app.

Stato del commutatore di app

Lo switcher app è la cache di livello 2, oltre ai controlli di sistema

La cache di livello 2, a cui accedi se continui a scorrere verso l'alto. L'ho soprannominato cache di livello 2 perché ha più app da offrire rispetto al dock, ma comunque inferiore alla schermata principale. Qui l'app corrente è stata "parcheggiata" temporaneamente. E questa è la chiave. Questo è fondamentalmente ciò che abbiamo in mente quando (pensiamo che) chiudiamo un'app. Presumo che molte persone siano ora consapevoli che l'app non è stata uccisa, è solo parcheggiata. Il concetto è coerente con quello dell'iPad (non ho davvero inventato nulla qui), tranne per il fatto che la versione per iPhone userebbe due file separate a causa del rapporto di visualizzazione allungato.

Chiudi il selettore di app

Chiudi lo switcher app toccando le aree vuote (ad esempio il fondo, qui)

Qui il design si basa su un riflesso comune: se non riusciamo a trovare ciò che stiamo cercando in una vista, tendiamo a cercare un modo per sfuggire alla vista. E se non riusciamo a trovare alcuna soluzione concreta per fuggire, tendiamo a toccare dove possiamo! Potrei essere troppo semplificato, scontato. Ma l'eccessiva semplificazione è spesso più gestibile dell'eccessiva complicazione.

Ancora una volta, questo è ciò che fa comunque l'implementazione dell'iPad. Al fine di garantire una comoda zona di licenziamento nella parte inferiore, tuttavia, il dock non persiste nello stato di cambio app (su iPad lo fa perché c'è abbastanza spazio per esso). Non sono molto contento di quell'aspetto, meriterebbe raffinatezza.

Aprire un'app

Una volta aperta l'app, il dock si allontana in modo che l'app possa sfruttare al meglio gli immobili disponibili, il che è apparentemente enorme sul prossimo iPhone; ma come puoi vedere viene rimosso con un leggero ritardo. Questo per migliorare la rilevabilità del commutatore di app. Forse eccessivo, forse no.

Ora discutiamo di problemi e vantaggi.

Problemi

La rilevabilità, oltre a due passaggi per accedere alla schermata principale, può essere ancora un problema agli occhi di molti. Personalmente lo trovo sorprendentemente fluido da usare, dopo aver provato e ottimizzato il proto su un dispositivo reale, ma apprezzo che potrebbe non essere convincente a prima vista.

Come accedere alle altre funzioni di Home Reliant? Touch ID dovrebbe essere sostituito con un metodo di autenticazione migliore, come il riconoscimento facciale avanzato. Non ho pensato a tutte le soluzioni necessarie - è un lavoro a tempo pieno - e in effetti è problematico. Accessibilità, Siri, screenshot: qualche idea qualcuno?

Il carosello delle app recenti non è buono come quello esistente: è più piccolo. E neanche il Control Center è buono come quello esistente: deve essere facilmente fatto scorrere. Questo è il costo della semplificazione.

L'approccio proposto può deludere coloro che si aspettano una sorta di ricca barra delle funzioni nella parte inferiore, possibilmente lungo le linee della Touch Bar del Macbook, o altre funzioni profonde che Apple vorrebbe portare sotto il nostro pollice. Ma l'iPhone non è già una Touch Bar? Le app sono sempre state in grado di utilizzare la parte inferiore dello schermo per fornire funzionalità contestuali. Per quanto riguarda le funzioni di sistema, c'è un posto ragionevole per loro: Control Center. Quindi sì, la soluzione proposta qui è sulla semplificazione (almeno in termini di modello mentale), non sull'aggiunta di funzioni.

vantaggi

Innanzitutto, l'eleganza di non avere affatto un pulsante Home. Questo è più sorprendente, più puro, che virtualizzarlo. Rimuovere completamente il pulsante sarebbe il massimo della raffinatezza.

Le soluzioni basate su overlay come un pulsante virtuale hanno i loro problemi: come assicurarsi che il pulsante sia in contrasto con la vista dell'app dietro di esso? Come gestire i conflitti di tocco con l'app? Possiamo spostarlo? ecc. Eliminarlo completamente rimuove queste preoccupazioni.

La metafora usata qui è più coerente con ciò che accade realmente nel telefono: quando "chiudi" un'app, ciò che accade realmente è che la spingi in background. Questo è esattamente ciò che mostra la nuova interfaccia utente del commutatore di app. Letteralmente: puoi vedere e sentire che stai spingendo l'app su uno sfondo.

Nessun impatto sul livello dell'interfaccia utente dell'app. Le app rimangono inconsapevoli di qualsiasi pulsante o barra delle funzioni, e pertanto non dovrebbero adattarsi in alcun modo al loro comportamento o layout. Quando un'app viene portata in primo piano, l'intero piano è suo.

La complessità del software è mantenuta bassa. Ancora una volta, il mio esperimento riutilizza semplicemente ciò che hanno già creato per iPad. Non stiamo parlando di un altro meccanismo creato apposta per il nuovo iPhone. Per l'utente ciò garantisce anche un certo livello di familiarità.

Il design potrebbe funzionare sorprendentemente bene nel panorama. Il layout non ruota né si riconfigura da solo. Solo ogni singolo oggetto ruoterebbe di 90 gradi. Pensa all'interfaccia utente della fotocamera, cosa ruota e cosa no e vedrai immediatamente cosa intendo. La nuova griglia di Control Center sembra abbastanza flessibile per le rotazioni degli articoli richieste. E dato che avremmo ancora scorrere verso l'alto dal basso, il dock mostrerebbe comunque in basso, ma con una larghezza così enorme, immagino che potrebbe offrire molti suggerimenti extra per le app.

Nel paesaggio tutto scorrerebbe verticalmente. E ti godresti una comoda area di licenziamento proprio sotto il pollice destro.

Sommario

L'asporto è che il nuovo switcher di app in iOS 11 per iPad potrebbe essere ancora più intelligente di quanto pensiamo. Dopo tutto, c'è la possibilità che non lo abbiano progettato specificamente per iPad. Se perfettamente ottimizzato, rappresenta un modo convincente per cambiare contesto e può essere visto come una cache efficiente tra l'app corrente e la schermata principale.

E, per coincidenza, non si basa su un pulsante Home.

Il mio punto con questo articolo non è di speculare; Non mi interessa davvero come Apple affronta la rimozione del pulsante Home fisico, credo che andrà bene. E alcune speculazioni in giro hanno anche dei buoni punti, a modo loro. Ho appena visto un esercizio di design molto interessante e irresistibile qui.

Per i prototipi, realizzati con Principle, ho usato proporzioni realistiche, sia per il display (risoluzione prevista 375 * 812 pt) sia per i componenti noti come gli elementi del Control Center.

Questo articolo è disponibile anche in cinese, grazie a Fred Jame.

Potresti anche voler leggere la Parte 2, sul processo di progettazione.