I dati intimi sul nostro comportamento degli smartphone stanno creando nuove opportunità per interventi mirati. (Illustrazioni di Jon Han)

Come il tuo telefono può impedirti di essere depresso

Lo stesso dispositivo che ti sta facendo impazzire potrebbe contenere le chiavi per risolvere la nostra crisi di salute mentale.

All'inizio della sua carriera, quando era una ricercatrice junior che costruiva sistemi di intelligenza artificiale presso il MIT Media Lab, Rosalind Picard non era sicura di cosa fare con i dati che aveva incontrato sull'impatto delle emozioni sulla percezione e sulla cognizione umane. I risultati furono convincenti, ma la resero anche inquieta.

Far apparire la "parola elettronica" come argomento di ricerca serio, dice, è stato "un ottimo modo per terminare la tua carriera" - e stava cercando di ottenere un mandato, Picard mi ha detto. “Continuavo a imbattermi in tutti questi ruoli che l'emozione stava giocando e cercando di capire come adattarlo ai miei modelli matematici del cervello. E non volevo approfondire questo perché ero una donna nella scienza. "

Tuttavia, ha insistito, scrivendo un "pezzo di pensiero" che ha fatto circolare tra i colleghi del Media Lab, sostenendo che la costruzione di macchine veramente intelligenti richiedeva approfondimenti sul ruolo delle emozioni e dei sentimenti. Alla fine ha presentato queste idee a un diario e ha ricevuto un rapido rifiuto. "Una delle recensioni", ha scritto di recente, "ha indicato che il contenuto era più adatto a una rivista di bordo".

È stata fortunata in un certo senso, dice: Il Media Lab è stato "probabilmente l'unico posto dove più le tue idee sono pazze, ridicole e folli, più ti piacciono". Ha finito per modellare le sue idee in un libro il cui titolo, Affective Computing, ha dato un nome a un campo completamente nuovo che ha essenzialmente inventato. Ha anche ottenuto il mandato.

Ora Picard, che dirige un programma di elaborazione affettiva presso il Media Lab, è in prima linea in una nuova idea radicale: che il tuo stato emotivo può essere oggettivamente misurato utilizzando dispositivi indossabili o monitorando i modelli nel modo in cui scrivi e parli sul tuo cellulare Telefono. Emozioni e sentimenti - una volta visti come sfocati e mal definiti - hanno correlazioni fisiche che possono essere misurate e descritte, dice. I dati risultanti possono aiutare a prevedere se una persona sta diventando depressa o ansiosa, sperimentando altre sfide mentali - o iniziando a migliorare.

Rosalind Picard

"Ho sempre trovato emozioni come il tempo", afferma Picard. “Puoi misurare la pioggia, puoi misurare la pressione barometrica, puoi misurare la temperatura e l'umidità. Ogni tanto un set particolare ottiene un nome speciale come un uragano, proprio come puoi avere uno stato speciale chiamato rabbia o depressione. Ma sotto la rabbia o la depressione ci sono molte cose che cambiano continuamente nel nostro corpo che cambiano con lo stress, con il cambiamento sociale, con l'attività fisica, con le novità, con ciò che mangi e come dormi. Quando iniziamo a semplificare la misurazione di queste cose, iniziamo a rendere possibile l'equivalente dei modelli meteorologici che prevedono il tempo ”.

Ma mentre non puoi cambiare il tempo, potrebbe essere possibile cambiare la tua previsione emotiva. Picard sta lavorando a un sistema che invierà avvisi alle persone sugli stati d'animo che stanno arrivando, come una tempesta di raccolta - insieme a suggerimenti su come intervenire.

"Daremo un'occhiata al mio telefono e dice:" Il 40 percento di probabilità che lo stress aumenti, il 20 percento di probabilità che ti ammali, il 40 percento che il tuo umore cadrà ", dice Picard. "Speriamo anche di dare raccomandazioni basate sui dati di cose che potrebbero prendere in considerazione se vogliono cambiare le previsioni del tempo:" Andare a letto due ore prima. Prendi un po 'di sole e un'ora di cammino. Contatta uno di questi amici che di solito ti rallegra. ""

Picard fa un'affermazione audace sul potenziale della tecnologia: pensa che la maggior parte della depressione che le persone sperimentano alla fine possa essere prevenuta. Ma non è sola nella speranza di utilizzare i dispositivi mobili per migliorare la salute mentale, dalle app che offrono consulenza in tempo reale alle "terapie digitali" che verranno eventualmente prescritte per le persone che soffrono di una serie di condizioni.

Sì, proprio i dispositivi che stanno creando nuove forme di dipendenza e stress possono invece fornire terapia o fornire supporto. I telefoni cellulari possono essere parte del problema, dice Picard, ma possono anche essere parte della soluzione.

Piegare la curva

Che Picard, un ingegnere informatico, riponga fiducia in una soluzione tecnologica non è affatto insolito. La cosa più sorprendente è che un ricercatore di neuroscienze e neuroscienze mainstream come Thomas Insel vede anche il potenziale nell'uso dei telefoni cellulari per migliorare la salute mentale. Insel ha gestito il National Institute of Mental Health, il più grande finanziatore mondiale di ricerca sui disturbi e le cure mentali, per 13 anni. Nel 2015 è partito per occuparsi delle iniziative di salute mentale presso la filiale di scienze della vita di Google, Verily, e dopo 18 mesi è partito per unirsi a una startup, Mindstrong Health, come co-fondatore e presidente. Mindstrong ha raccolto $ 14 milioni sull'idea che i sistemi di assistenza sanitaria possano utilizzare i telefoni dei loro pazienti per saperne di più sulle loro condizioni e fornire diagnosi e cure migliori.

Tom Insel

"Molte delle nostre vite si svolgono su questi piccoli computer che abbiamo tutti", dice Insel. "Se stai cercando di capire lo stato mentale di qualcuno, il suo stato comportamentale, non è una folle idea che un sacco di chi sarà in quel momento verrà rappresentato al telefono".

Mindstrong ha stretto collaborazioni con fornitori di servizi sanitari e ricercatori accademici per studiare migliaia di pazienti, ognuno dotato di telefoni cellulari equipaggiati con l'app di Mindstrong. L'app consentirà ai ricercatori di utilizzare i microfoni, le tastiere e la funzionalità di localizzazione del telefono per misurare la velocità con cui le persone rispondono ai messaggi di testo, la velocità con cui digitano, la forza con cui premono i tasti e i loro schemi di messaggi a tarda notte e navigazione.

I ricercatori saranno anche in grado di vedere le singole parole che le persone inviano nei messaggi di testo, ma non gruppi di parole o frasi. "Se digiti" Ti amo ", avremo" Io "e" Ti amo "e" Tu "in un pool di migliaia e migliaia di parole", afferma Insel. "Se digiti" amore "16 volte al giorno, lo saprò, ma non saprò che era collegato a me e te" - o addirittura preceduto dalla parola "no". Il team si asterrà da raccogliendo stringhe di parole, dice, perché "è inquietante per qualcuno guardare la tua e-mail o i tuoi messaggi di testo". Allo stesso modo, dice, non useranno il microfono o la fotocamera del telefono per analizzare il modo in cui le persone parlano o guardano perché è probabile che gli utenti lo trovino invasivo.

Insel parla piano e con calma, ma il suo messaggio è allo stesso tempo urgente e implicitamente autocritico. L'istituto di ricerca sulla salute mentale che ha guidato ha fatto ben poco per cambiare la traiettoria della malattia mentale in America. Le diapositive di PowerPoint dai discorsi che tiene in giro per il paese sottolineano il punto.

"La mia speranza è che in futuro ci sarà l'80% in meno di depressione, che la maggior parte dei casi sarà prevenuta".

"NOI. tasso di suicidio invariato in 2 decenni ", dice una diapositiva, su un grafico che mostra i suicidi in bilico a nord di 12 per 100.000 nel 1990 e nel 2010." I disturbi mentali in cima all'elenco delle condizioni più costose negli Stati Uniti: $ 210 miliardi ", dice un altro. "Perché non siamo riusciti a piegare la curva?"

Ci sono molte risposte a questa domanda, dice Insel. La diagnosi dei disturbi mentali è inefficace e incoerente, con i medici che utilizzano liste di controllo dei sintomi che ricordano i menu a scelta multipla. La maggior parte delle persone che hanno bisogno di cure non lo ottengono. E quando viene fornito il trattamento, viene fatto poco per misurare se funziona davvero.

Se usati con saggezza, sostiene Insel, i telefoni cellulari possono affrontare molti di questi problemi.

Mindstrong vuole sviluppare un sistema che i fornitori di servizi sanitari - OptumHealth hanno sottoscritto come partner - utilizzerebbe come parte di un approccio più olistico ai pazienti. I segnali che emergono dal tracciamento del comportamento del telefono cellulare dei pazienti affluiranno ai "gestori delle cure", assistenti medici che sono il primo punto di contatto con un paziente e lavorano a stretto contatto con il proprio medico di base, nonché con i loro terapisti e psichiatri. Possono visitare i pazienti a casa e contattare le loro famiglie.

"In realtà non è una soluzione high-tech", afferma Insel. "La parte tecnica sta fornendo a quel responsabile dell'assistenza una dashboard di informazioni in modo che sappia chi sta iniziando a [deteriorarsi] o chi sta facendo bene. Al momento non hanno molte informazioni. Spesso scoprono che qualcuno non sta andando bene quando si presentano in E.R. Dobbiamo fare di meglio. ... Vuoi cogliere tutto questo prima che diventi una crisi. "

Insel ha visto da vicino come una rivoluzione dopo l'altra in psicologia abbia creato eccitazione, ma alla fine non è riuscita a ridurre l'incidenza e il carico devastanti della malattia mentale. Da sempre ricercatore custodito, è al tempo stesso entusiasta e cauto riguardo al potenziale di questo nuovo approccio. "La psicoanalisi avrebbe risolto il problema, i farmaci avrebbero risolto il problema, e poi si sarebbe trattato di una terapia cognitivo-comportamentale", mi dice a pranzo in un ristorante messicano di Oakland, in California. "Penso che le app siano estremamente interessanti e risolveranno alcuni problemi. Tutti questi hanno qualcosa da contribuire, ma non esiste un proiettile magico. "

Rilevare estroversi

Oltre agli smartphone, il gruppo di Picard presso il Media Lab aggiunge un altro strumento: braccialetti con sensori integrati in grado di misurare la temperatura, l'attività fisica e la conduttanza della pelle - la forza dei segnali elettrici nella pelle. (Quando una persona sperimenta eccitazione emotiva e fisiologica, la pelle conduce meglio l'elettricità e questi segnali aumentano. Empatica, una società che Picard ha co-fondato, vende questi stessi braccialetti a persone con epilessia, per avvisare loro e la loro famiglia dell'inizio di un sequestro.)

Nel 2013, il gruppo di Picard ha iniziato lo studio Snapshot, che tiene traccia degli studenti del MIT che utilizzano app per smartphone e braccialetti per raccogliere una varietà di dati e correlarli con altre misure dello stato mentale ed emotivo. "Quando tendono a essere al telefono?" Chiede Picard, spuntando alcune delle metriche. “Quando tendono a dormire? Sono bloccati nello stesso posto ogni giorno o escono in giro? Qual è il loro ritmo durante la settimana, nei giorni feriali rispetto ai fine settimana? "

Tuttavia, i modelli trovati dal team di Picard non prevedono sempre gli stessi risultati. In un gruppo di studenti del MIT, l'invio di molti messaggi di testo e l'interazione sociale prima di coricarsi erano generalmente correlati al buon umore del giorno successivo. Con sorpresa di Picard, l'esatto contrario era vero per un altro gruppo: se facevano molti sms ed erano socievoli prima di andare a letto, il giorno dopo sembravano più infelici.

"Era come se avessimo trovato il cluster di estroversione e il cluster di introversione", afferma Picard. “C'è semplicemente una meravigliosa varietà di persone. Un consiglio unico per tutti diventerà sicuramente una reliquia del passato una volta che avremo molti più dati. "

Insel si domanda quanto sarà efficace un sistema se richiede alle persone di indossare un dispositivo oltre allo smartphone che trasportano. "Gli studenti del MIT li indosseranno (per uno studio), e i tecnici della Silicon Valley indosseranno quattro orologi e li guarderanno ogni giorno", dice. "Ma nel mondo reale, le persone non usano i dispositivi indossabili".

Ma sicuramente usano i loro telefoni e app. Una società chiamata 7 Cups attira 1,9 milioni di utenti mensili, principalmente millennial, in 189 paesi, sulla sua app per telefono, che fornisce supporto emotivo e psicologico gratuito - via SMS - a chiunque lo desideri da un gruppo di "ascoltatori" - volontari formati come consulenti alla pari. Gli utenti che desiderano un aiuto professionale possono pagare per scambiare messaggi di testo con terapisti autorizzati.

"Penso che ci sia molto dolore emotivo là fuori. Molte persone stanno lottando e non ci sono molti modi per ottenere aiuto ", afferma Glen Moriarty, lo psicologo che ha fondato l'azienda. "Offriamo un modo semplice."

Per Picard, questi nuovi modelli puntano verso un futuro più promettente. Come madre di tre figli e professore universitario, ha il cuore spezzato dal livello di stress e depressione che vede intorno a lei.

"Dobbiamo svegliarci e iniziare a dire:" Che cosa abbiamo fatto nel mondo che sta facendo peggiorare le cose? ", Dice. "Stiamo sviluppando una tecnologia che potrebbe contribuire. Sento una responsabilità. La mia speranza - e ci arriveremo quando avremo abbastanza dati - è che in futuro ci sarà l'80% in meno di depressione, che la maggior parte dei casi sarà prevenuta. L'assistenza sanitaria riguarderà la protezione della salute invece di aspettare fino a quando non sono così male da ricevere una diagnosi ed entrare nel sistema di assistenza sanitaria e iniziano a cercare di ripararti. Penso che sarà molto più sulla prevenzione e sul mantenersi forti e resistenti. "