I moderni statecraft sono in gran parte un progetto di colonizzazione interna. - James C. Scott

Molto tempo fa in Prussia, all'epoca della guerra dei sette anni, il re ordinò la misurazione delle foreste.

I funzionari fiscali erano venuti a conoscenza di una preoccupante carenza di legna, il che significava meno entrate, il che significava meno moschetti, picche e moschettieri, il che significava meno vittorie contro Austria, Francia e Russia.

Il problema, come lo hanno visto i funzionari prussiani, era che molte delle vecchie foreste in crescita di faggio, olmo, quercia e abete rosso erano state degradate dall'abbattimento e i metodi del regno per prevedere una nuova crescita - fondamentalmente, dividendo la terra in trame e aspettandosi ogni trama che cresceva rapidamente come la successiva - era inadeguata.

E così, il compito di misurare con precisione le foreste ricadde su un assortimento di silvicoltori e scienziati camerali, tra cui un ispettore in Sassonia di nome Johann Beckmann - un uomo che ricordiamo oggi per aver coniato il termine "tecnologia". Il compito di Beckmann era di prevedere le entrate misurando il numero e la crescita di una popolazione di alberi ampiamente variabile.

Per fare questo, Beckmann e diversi assistenti hanno camminato di pari passo attraverso un appezzamento di terreno boschivo, portando scatole compartimentate con chiodi codificati a colori corrispondenti a cinque categorie di dimensioni degli alberi. Gli assistenti hanno taggato ogni albero con l'unghia appropriata fino a quando il diagramma del campione è stato coperto. Alla fine della passeggiata, i forestali hanno sottratto i chiodi rimanenti dal totale originale e sono arrivati ​​a un inventario di alberi per classe per l'intera trama.

Con gli alberi correttamente etichettati, i silvicoltori potevano determinare il volume medio di legno per dimensione dell'albero per classe e quindi calcolare la quantità di entrate che lo stato poteva aspettarsi da ogni singolo albero. Contando il numero di alberi, potevano anche calcolare il rendimento del reddito di un appezzamento di foresta.

I silvicoltori hanno quindi creato tabelle elaborate che riassumono intere foreste, predicendo l'inventario, la crescita e la resa. Avevano limitato la loro attenzione alla misurazione di singoli casi di faggio, olmo e quercia, e quindi potevano riassumere intere strisce di terra su un pezzo di carta.

In altre parole, ora potevano vedere la foresta perché potevano vedere gli alberi.

Ma non si sono fermati qui. Alcuni alberi erano più redditizi di altri. Quindi seminarono, piantarono e tagliarono con cura alberi e alberi fino a quando non avevano creato una foresta che era ancora più facile da riassumere e manipolare. Trasformarono una foresta diversificata e caotica in una vecchia crescita in un nuovo tipo di foresta più uniforme che - come scrisse James C. Scott in "Seeing Like a State" - "assomigliava molto alla griglia amministrativa delle sue tecniche di misurazione". In altre parole, la griglia degli alberi corrispondeva alla griglia delle tabelle utilizzate per contare gli alberi. Si potrebbe dire che abbiamo preso la misura dei nostri alberi, e in seguito quegli alberi sono diventati la nostra misura.

Per creare le nuove foreste, gli scienziati hanno eliminato il sottobosco. Piantarono alberi in file. Hanno creato ranghi e file di alberi, come i soldati. E mentre gli scienziati forestali tagliavano una fila, un'altra riga identica avrebbe preso il suo posto.

Ciò ha reso tutto più semplice dal punto di vista gestionale. Eliminare la terra divenne più facile (sapevi cosa volevi e cosa non facevi).

Abbattere gli alberi è diventato più facile (sapevi quando un albero era prezioso, quando non lo era e dove si trovava esattamente quell'albero).

Piantare, misurare e prevedere divenne più facile (sapevi dove piantarli, le loro dimensioni medie e quanto velocemente crescevano).

E tutta questa semplicità di ordine ha permesso una cura semplice. Gli assistenti che erano stati appena addestrati potevano camminare sulle file, notando dimensioni, variazioni e malattie. Inoltre è diventato più facile sperimentare su una qualsiasi popolazione di alberi.

Questa scienza della silvicoltura, come dice Scott, era un tentativo di rendere le foreste "leggibili" allo stato. Con i dati sulle foreste ben riassunti, il Regno di Prussia potrebbe meglio prevedere le entrate, valutare le tasse, monitorare i terreni agricoli e controllare le popolazioni. Lo stato potrebbe letteralmente “leggere” le sue foreste su un pezzo di pergamena.

Questo rivela una massima semplice e logora: non puoi migliorare ciò che non misuri.

Non è necessario un enorme salto cognitivo per immaginare le tecniche dello stato europeo del 18 ° secolo applicate dalle compagnie del 21 ° secolo della Silicon Valley. Ma dove le entrate degli stati erano legate alla misurazione della terra, le entrate di Facebook, Google o Amazon, ecc. Sono legate alla misurazione delle menti.

"Organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili" è semplicemente l'applicazione della scienza forestale di Google a pagine Web, libri e mappe terrestri e l'interesse umano per queste cose.

O considera il mantra di Facebook, "per connettere le persone del mondo". A prima vista, questa affermazione è letteralmente vera e utile. Ma è vero e utile nel modo di classificare gli alberi con le unghie colorate. Non è difficile immaginare uno Zuckerberg del 17 ° secolo che sostiene l'adozione di altre invenzioni organizzative di quel tempo, come il sistema metrico in Francia ("Gente gente! Misurare tutto in centimetri ti collega al piccolo villaggio vicino!") O imporre cognomi sul locale popolazioni nell'Inghilterra del 17 ° secolo ("Gente! Adozione del cognome Robertson ti collega a tutti gli altri Robertson"). Sì, il sistema metrico ha sostituito vari sistemi locali di misurazione e ha permesso il commercio tra le città. Ha inoltre permesso di tassare il commercio. Sì, i cognomi hanno reso più facile trovare persone. Ha anche reso più facile tassare quelle stesse persone. Questo non è un argomento politico. È solo un dato di fatto.

Sia nel caso di Google che di Facebook, l'atto stesso della categorizzazione significa che tutte le informazioni del mondo e tutte le persone connesse al mondo sono più facilmente manipolabili (per "bene" o "male"). L'atto stesso di categorizzare rende tale manipolazione più semplice, proprio come l'atto stesso di mettere i giocattoli di un bambino in un cestino di plastica rende i giocattoli più facili da spostare, o categorizzare la popolazione etnica di una città rende più facili da salvare o uccidere, o misurare gli alberi permette di trarre profitto da quegli alberi.

Voglio dire, potresti dire che Facebook è semplicemente una silvicoltura umana.

Ma ciò che dovrebbe farti sollevare un sopracciglio Spockishly curioso è come la visione sinottica della tecnologia si espanda esponenzialmente sulla scienza forestale della Prussia del XVIII secolo.

Ovviamente, Facebook, Google o Amazon non devono rendere leggibile il layout fisico del mondo (anche se alcuni lo stanno facendo, ad esempio, con Google Maps e i veicoli a guida autonoma). Alla fine della giornata c'è solo tanta terra, e quella terra ha solo così tante forme, e comunque le nazioni sono solo così grandi. Il mondo fisico è un mondo di spazio limitato. Si potrebbe dire che il mondo fisico non si ridimensiona.

Piuttosto, Facebook, Google o Amazon devono rendere leggibili gli infiniti desideri e desideri e gli infiniti bisogni e necessità di un'infinita varietà di umani. Quegli umani vivono e lavorano in uno spazio digitale, e il mondo digitale è un mondo di panorami illimitati. Laddove lo stato vuole prendere una decisione su ogni transazione umana per una cosa fisica - proprietà, case, plusvalenze, alberi - le aziende tecnologiche vogliono prendere una decisione su ogni pensiero umano che porta a una transazione di qualsiasi cosa, che sia fisica o altrimenti.

In effetti, l'idea stessa di considerare lo spazio fisico non ha senso. Nell'Europa del XVIII secolo, il "cosa" degli alberi che contavano. Ma sulla Terra del 21 ° secolo, non è semplicemente il "cosa" di un essere umano che conta. È il "come" e loro "perché" di come quell'uomo agisce in aggregato con altri umani (anche in aggregato).

In un certo senso, questa non è una nuova osservazione. Chi non ha sentito, mentre cerca di ignorare i dirigenti del marketing junior che parlano ad alta voce in un bar, una versione del popolare detto: "Se non stai pagando qualcosa, non sei il cliente; sei il prodotto venduto. "

Ma in un altro modo, siamo stati tutti lenti a capire che ciò che viene venduto non è così tanti fatti - vale a dire, il "cosa" di cognome, compleanno, città natale, ecc., Che ha segnato la ricerca iniziale e i social network. Invece, ciò che viene misurato e venduto oggi è il "come" e il "perché" delle decisioni reali.

Ad esempio, considera come il Regno di Prussia ha piantato le loro tribune di alberi, simile a questo:

Un modello di quinconce

Questo è un quinconce ripetuto. Puoi stare in qualsiasi punto e vedere linee rette che si irradiano verso l'esterno. Thomas Browne vide la mano di Dio in questo schema. Apparentemente Thomas Edison l'ha tatuato sulla sua mano (dopo aver inventato anche la prima penna elettrica, quindi eccola).

In un certo senso, potresti dire che Facebook, Google o Amazon considerano i loro dati come un quinconce. File infinite di oggetti, ordinatamente ordinate in database relazionali, facilmente leggibili dai manager e accessibili agli sviluppatori per il taglio, l'abbattimento o la sperimentazione.

In un altro modo, potresti anche dire che Facebook, Google o Amazon considerano i loro utenti in questo modo. File infinite di oggetti di persone, ordinatamente ordinate in database relazionali, facilmente leggibili dai manager e accessibili agli sviluppatori per il taglio, l'abbattimento o la sperimentazione.

In un altro modo, potresti dire che anche Facebook, Google o Amazon considerano le decisioni dei loro utenti in questo modo. Ma le decisioni non sono oggetti. Le decisioni sono movimenti tra e tra oggetti, in questo modo:

La linea tratteggiata è il percorso del processo decisionale, diciamo attraverso una serie di video di YouTube

Per Facebook, Google, Amazon, ecc., La domanda è iniziata con “chi” e “cosa”. Quale utente, quale oggetto, quale piattaforma, ecc. Ma alla fine queste aziende vogliono arrivare a “perché”. Perché e in quale categorie e in quale volume le persone decidono di fare clic sul video N, quindi su N + 1, quindi su N + 2. O sul prodotto N + 1. O comunque.

Come per la misurazione di una foresta, conoscere questi clic consente a un'azienda di prevedere i ricavi. Ma creando la condizione di quei clic? Prevedere il loro percorso? Questo sta piantando una foresta nell'immagine della tua tecnica di misurazione.

O in altre parole: predire la crescita degli alberi significava creare un modello mentale di una foresta. Prevedere i clic degli umani significa creare un modello mentale di modelli mentali.

Potresti non essere sorpreso di apprendere che, alla fine, la scienza della silvicoltura ha creato alcuni problemi.

Trame di alberi perfettamente curati sembravano impressionanti e nella prima generazione producevano quantità record di legname vendibile. Ma dopo una singola rotazione delle colture, o circa un centinaio di anni, le foreste appena piantate iniziarono a dove. Alcuni hanno cominciato a morire.

Nel misurare le foreste per il legname, gli scienziati avevano ipotizzato che altre caratteristiche non misurate della foresta sarebbero rimaste costanti. Non hanno misurato la costruzione del suolo. Non hanno misurato le relazioni simbiotiche tra insetti e funghi. Non capivano l'importanza di deadcalls e strappi. Non hanno tenuto conto degli usi di uccelli e mammiferi che contribuiscono alla creazione del suolo.

Le foreste risultanti erano deboli. Erano vulnerabili alle tempeste. Erano vulnerabili agli incendi. Erano vulnerabili alle malattie. Morirono.

Non credo sia isterico suggerire che le nostre comunità online stiano vivendo una forma simile di morte per foresta. Misurando "l'impegno" e mantenendo costanti tutte le altre variabili della condizione umana, le nostre società tecnologiche stanno creando popolazioni deboli vulnerabili a conflitti, tempeste, incendi e malattie. Bolle di filtro partigiano. Notizie false. Playlist di YouTube che ti guidano lungo percorsi narrativi sempre più estremi.

E vale la pena notare: non è difficile prevedere su cosa gli umani faranno clic. Qualsiasi giornalista che abbia visto Chartbeat inorridito potrebbe dirtelo. Presentazioni di insegnanti lascivi. Storie di raccapriccianti omicidi. McMansion house porn. Ultime notizie. Attacco terroristico. C'è una semplice regola che governa tutto questo: gli umani presteranno attenzione ogni volta che la realtà si discosta dalle aspettative. Pedofilia in una pizzeria? Vendita di uranio dietro le quinte? Il presidente sta dando una stella porno? Clic. Clic. Clic.

Quello che abbiamo visto negli ultimi anni e mesi è la consapevolezza che algoritmi che misurano l'impegno mantenendo costanti altri fattori creano popolazioni divise e spaventate. Quindi Facebook riaccende la sua piattaforma per classificare i punti vendita e privilegiare le notizie di familiari e amici.

Ma per quanto possa sembrare sperante, non è un ritiro dalla misurazione dell'impegno. Questa è una ridimensionamento. Una messa a punto. Perché, ancora una volta, gli umani fanno clic sul salace. L'estremo. Il sensazionale. Fanno clic per scoprire quanto la realtà differisce dalle aspettative. Il che significa: se riesci a rappresentare una realtà con intima fedeltà, se riesci a creare una mappa mentale di come gli utenti prendono le decisioni, puoi garantire clic (coinvolgimento) presentando qualsiasi informazione che diverga da quella realtà di un grado misurato.

Ed è quello che fanno questi strumenti che stiamo usando. Questo è quello che faranno sempre. Stanno creando un modello mentale dei nostri modelli mentali e, come sai, lo stanno modificando.

La scienza dell '"impegno" è la scienza della misurazione precisa di quanto e quanto spesso possiamo impazzire a vicenda.

E poi prendere un vigoroso.