Detox per smartphone: un antidoto all'età del drenaggio del cervello

Foto di Alexandre Godreau su Unsplash

Nell'era della connettività costante, la distrazione è al culmine della vita e del lavoro.

Le nostre menti hanno bisogno di una purificazione urgente per migliorare la concentrazione, reintegrare l'attenzione e incoraggiare la creatività.

L'adulto medio controlla il telefono dalle 50 alle 300 volte al giorno. E tocchiamo, scorriamo e facciamo clic sui nostri dispositivi 2.617 volte al giorno, secondo un recente studio.

Passiamo più tempo online di quanto dormiamo.

Chris Bailey, autore di Hyperfocus, scrive: “I nostri smartphone forniscono un flusso infinito di informazioni deliziose e deliziose che i nostri cervelli possono consumare. È facile agganciarsi, anche sentirsi dipendenti. E la maggior parte di noi preferirebbe non sentirsi in questo modo. "

Ogni volta che tiri fuori il telefono per scansionare i tuoi feed, il tuo cervello sta costruendo un ciclo di abitudini che si rinforza per incoraggiare l'abitudine.

Le notifiche generano pensieri irrilevanti per le attività e disturbano le prestazioni dell'attenzione anche se non interagisci con il dispositivo.

I ronzii, i segnali acustici, le e-mail, gli avvisi e le notifiche non finiscono mai fino a quando non fai qualcosa al riguardo.

Un numero crescente di psicologi e medici è preoccupato per il nostro rapporto con gli smartphone.

"È un disturbo dello spettro", afferma la dottoressa Anna Lembke, psichiatra della Stanford University, che studia dipendenza. "Esistono forme lievi, moderate ed estreme." E per molte persone, non c'è alcun problema.

Secondo David Greenfield, uno psichiatra clinico e fondatore del Center for Internet and Technology Addiction, gli smartphone possono facilmente riprendersi la tua vita, perché chiedono sempre attenzione.

Essere costantemente collegati influenza i nostri schemi di sonno, la postura e altro nei nostri corpi e nelle nostre menti.

Le nostre vite stanno diventando sempre più cablate in ogni momento, quindi la necessità di prendere il controllo e controllare la tua relazione con i dispositivi mobili prima che diventino l'unica cosa a cui tieni profondamente a spese delle tue relazioni.

Se ritieni che il tuo telefono stia subentrando nella tua vita, programma la disintossicazione digitale sul tuo calendario. Inizia a bilanciare la tua vita digitale con la vita reale.

"Le persone sono sempre stupite da quanto si sentono diverse dopo non essere al telefono e ciò le motiva a voler continuare", afferma Tanya Goodin, autrice di OFF. La tua disintossicazione digitale per una vita migliore.

La tecnologia è una funzione delle nostre scelte.

Come e cosa consumiamo digitalmente dipende in gran parte da noi. Pianifica il tuo rapporto con la tecnologia e sfruttalo al momento giusto.

Pausa apposta

Prendi in considerazione una disintossicazione digitale di tanto in tanto.

La disintossicazione digitale è una piacevole pausa dalla routine quotidiana di aggiornamenti e messaggi.

"Stai rendendo di nuovo il tuo tempo sacro, rivendicandolo", afferma Shlain, afferma Tiffany Shlain, un regista della Baia di San Francisco. "Smetti di sentire tutto il rumore", aggiunge.

I tempi di inattività riempiono le riserve di attenzione e motivazione del cervello.

Hai bisogno di una pausa dalla tecnologia per raggiungere i massimi livelli di prestazioni sul lavoro.

La disattivazione ti offre maggiore chiarezza per il lavoro creativo.

Con chiarezza, arriva più tempo per pensare e generare idee nuove e migliori.

Puoi avviare la tua disintossicazione digitale disattivando le notifiche. Scegli di controllare gli aggiornamenti, i feed in un momento specifico di tua scelta.

Impostare un orario designato per il check-in e il recupero.

"Se stabilisci un'indennità giornaliera massima per i tuoi dispositivi, sarà più probabile che ti atterrai alla tua disintossicazione", suggerisce il dottor Richard Graham, specialista in tecnologia delle dipendenze all'ospedale di Nightingale.

Questo funziona per me, specialmente quando lavoro. Ho tagliato tutte le distrazioni per concentrarmi e lavorare meglio.

"Lontano dagli occhi, lontano dal cuore".

Una disintossicazione digitale è come rompere le cattive abitudini alimentari, tranne che invece di evitare il cattivo cibo, eviti gli schermi.

Una disintossicazione ti consente di imporre una limitazione all'uso della tua tecnologia.

Scollegare periodicamente, migliorare la chiarezza mentale, rafforzare la propria attenzione e incoraggiare la creatività.

Sebbene sia costantemente disponibile, isola intenzionalmente la tua interazione impostando una nuova pianificazione per controllare come utilizzi i tuoi dispositivi.

"La disconnessione offre invece la possibilità di creare connessioni" reali ", spesso immaginate sentimentalmente come conversazioni faccia a faccia, momenti con bambini o esperienze nella natura", scrive Megan Ward del Wall Street Journal.

Trova il tempo di contemplare questioni importanti della tua vita.

Ricorda le tue priorità

La tecnologia ha lo scopo di migliorare il nostro modo di lavorare e semplificare la vita.

Ma gli smartphone, in particolare, ci stanno rendendo meno concentrati.

Invece di lavorare sulle nostre priorità, rispondiamo con urgenza alle priorità delle altre persone: le nostre caselle di posta ne sono piene.

La dipendenza da e-mail è un'epidemia che fa perdere tempo nell'era digitale.

Probabilmente ricevi dozzine o centinaia di e-mail ogni giorno. Ma non devi rispondere a ciascuno di essi come e quando colpiscono la tua casella di posta.

Jocelyn K. Glei, autore di Unsubscribe, afferma che mentre si controllano le e-mail durante il giorno può farti sentire produttivo, è vero il contrario.

Pianifica il tempo per controllare e rispondere alle tue e-mail.

Usa la regola dei 2 minuti quando trovi il tempo per le email; se impiega meno di due minuti, rispondi invece di contrassegnarlo come "non letto".

È facile dimenticare le tue priorità quando passi la giornata a rispondere alle esigenze degli altri.

Non consentire all'agenda di altre persone di governare la settimana lavorativa.

In 18 minuti: trova la tua concentrazione, padroneggia la distrazione e fai le cose giuste, Peter Bregman scrive: "Per fare le cose giuste, scegliere cosa ignorare è importante quanto scegliere dove concentrarsi."

Sii proattivo, non reattivo!

"Reattivo" significa che non hai l'iniziativa.

Hai lasciato che gli eventi stabilissero l'ordine del giorno. Stai praticamente controllando le cose dagli elenchi degli altri.

"Proattivo" d'altra parte è associato al controllo.

Sei responsabile.

Pianifichi e prendi l'iniziativa nella tua direzione. È un modo di affrontare le cose, che puoi sviluppare e rafforzare.

Quando sei proattivo, reagisci in anticipo, risparmiando così tempo.

Pensieri finali

È tempo di una disintossicazione digitale.

A partire da oggi, fai una scelta deliberata per staccare la spina.

Ricorda, la disintossicazione è un'abitudine. Ci vuole tempo per costruire nuove abitudini. Non mirare a un cambiamento radicale.

Pianifica di scollegare e aumentare i tempi di disconnessione ogni settimana.

La disintossicazione digitale è come esercitare un muscolo sconosciuto.

Devi iniziare in piccolo e costruire mosse più grandi e più audaci man mano che la tua forza e la tua sicurezza crescono.

Questi sono passaggi rapidi per avviare immediatamente la tua disintossicazione digitale.

  1. Disattiva le notifiche quando inizi a lavorare in profondità
  2. Resisti alla tentazione di controllare la tua e-mail quando sei in modalità proattiva.
  3. Controlla l'e-mail "di proposito" al tuo momento.
  4. Usa le tue pause, pensa, medita, fai una passeggiata o leggi un libro fisico.
  5. Tieni il telefono fuori dalla vista per riunioni, riunioni, conversazioni e pasti che coinvolgono altre persone.
  6. Invece di cogliere il tuo gadget in ogni occasione, sostituisci il tuo schermo con altre abitudini, come iniziare una conversazione o leggere un giornale.
  7. Metti in ordine lo smartphone (una volta al mese passa attraverso il telefono ed elimina qualsiasi app non utilizzata). È un passaggio essenziale per utilizzarlo in modo più efficiente.

Hai fatto una disintossicazione digitale? Condividi le tue esperienze con i lettori.