Quando due partner hanno sentimenti molto diversi sulla tecnologia

Una relazione tra un Luddite e un early adopter può presentare problemi unici

Credito: Gautam Jain / EyeEm / Getty

Poco dopo ho iniziato a uscire con un uomo che sarebbe diventato mio marito, ho lasciato il mio telefono cellulare sul sedile posteriore di un taxi. Il giorno dopo, il mio iPod si è rotto. Era il 2011, un momento in cui era naturale ottenere musica da un dispositivo e testi da un altro, quindi ho programmato di sostituirli entrambi. Ma il mio ragazzo non ne ha avuto nulla: è ora di procurarsi un iPhone, ha detto. Anche se avevo resistito per anni al dispositivo (chi aveva bisogno di tutte quelle funzionalità?), La sua argomentazione aveva un senso, e ho accettato. Non sapevo che questa era la prima di molte volte in cui la mia indifferenza nei confronti della tecnologia sarebbe stata messa alla prova dal suo bisogno di avere - e avere tutti nella sua vita - tutti i gadget più recenti.

Ormai siamo insieme da otto anni e non è cambiato molto. In effetti, quando gli ho detto che stavo scrivendo una storia su diversi atteggiamenti nei confronti della tecnologia nelle relazioni, la sua prima reazione è stata quella di suggerire che ho messo il pagamento per questo pezzo verso un nuovo iPhone.

Non voglio un nuovo telefono, ma non è questo il punto. Il punto è che la disparità tra il modo in cui i partner considerano la tecnologia è un elemento sempre più comune delle relazioni e può creare un paesaggio a volte difficile da esplorare. È il 2018 e la maggior parte di noi ha vari gadget nella nostra vita, ma il modo in cui li usiamo e li valorizziamo e quanto rapidamente sentiamo il bisogno di possederli dopo il loro rilascio, possono variare notevolmente. Ad esempio, "Sono uno dei primi ad adottare, [mentre il mio ragazzo] ha 38 anni ed è entrato a far parte di Facebook due anni fa", afferma Lauren Finney, scrittrice con sede ad Atlanta. È anche sconcertata dalla sua insistenza nell'usare Safari invece di passare a Chrome.

Sebbene atteggiamenti diversi nei confronti della tecnologia possano sembrare superficiali, secondo Steven Dziedzic, fondatore dell'app per la salute matrimoniale Lasting, possono qualificarsi come "'problemi perpetui, che ruotano attorno a differenze significative che ripetutamente creano conflitto". La natura specifica di tali conflitti differisce da coppia per coppia, ma ci sono temi comuni: le frustrazioni minori ma ricorrenti della vita quotidiana, come ricordare di usare un interruttore della luce intelligente invece di quello normale o l'incredulità quando un partner non vede la comodità del tuo modo.

Poi ci sono problemi più grandi, come le finanze. Una mia amica si è lamentata del fatto che al suo partner piace spendere il suo reddito disponibile per i gadget, mentre preferirebbe spendere quei soldi per viaggiare. Potrei relazionarmi: ricordo di essermi sentito offeso quando, mentre aspettavo impazientemente un anello di fidanzamento, il mio ragazzo comprò un casco VR.

E quando un partner dà alla tecnologia più importanza di quanto l'altro ritenga necessario, quest'ultimo spesso "si sente trascurato e ferito", afferma Rachel Hoffman, terapista di coppia con sede a New York. So che quando io e mio marito parliamo e, ad esempio, il tempo si avvicina, mi ingoia quando dice: "Alexa, che tempo fa oggi?" Per lui, è il modo migliore per ottenere le informazioni che desidera; per me, sembra che stia portando una terza parte nella nostra conversazione. (Ero fuori prima! Avrei potuto dirglielo!)

È importante notare che non sto parlando o semplicemente di dipendenza da smartphone. Gli smartphone sono un'utilità e le nostre relazioni con loro sono uniche. Certamente, se ti identifichi di più come un tecnophobe o un tecnophile informa il tuo uso del telefono, ma sono due problemi distinti. È la differenza tra me che guardo Instagram di @ Foodbabyny per ritirarmi da un conflitto contro mio marito che ha bisogno di avere il nuovo Apple Watch. Il primo riguarda il modo in cui l'uso del telefono influenza le relazioni, e molto è stato scritto sull'argomento. Quest'ultimo riguarda i diversi atteggiamenti delle coppie nei confronti della tecnologia e il ruolo che dovrebbe svolgere nella vita.

E quest'ultimo è ciò di cui sono curioso: cosa dicono di noi questi atteggiamenti diversi? Le nostre relazioni? In che modo un early adopter e un Luddite trovano armonia?

Ricordo di essermi sentito offeso quando, mentre aspettavo impazientemente un anello di fidanzamento, il mio ragazzo comprò un casco VR.

In parte, la discrepanza può essere basata sulla personalità. "Uno dei motivi principali per cui qualcuno deve essere uno dei primi ad adottare", spiega Dary Merckens, CTO della società di software Gunner Technology, sono i livelli più alti del tratto noto come apertura, o "la probabilità che tu sia alla ricerca di novità e nuove esperienze. "Anche il genere potrebbe svolgere un ruolo: le donne tendono ad usare di più i loro telefoni e più spesso come strumenti per gestire le relazioni interpersonali", afferma la psicologa Leora Trub, che gestisce il Digital Media and Psychology Lab presso la Pace University. D'altra parte, secondo un sondaggio di Branded Research, gli uomini hanno maggiori probabilità di vedere la tecnologia come un'aggiunta positiva alle loro relazioni.

Quando si tratta di estrapolare i valori, c'è meno certezza. Trub osserva che la tecnologia offre cose diverse a persone diverse: "L'uso frequente della tecnologia non indica un insieme di valori o credenze: dobbiamo guardare a cosa significhi per l'individuo".

Ma a prescindere dal desiderio di mio marito di avere un Roomba su di lui - e ciò che la mia indifferenza nei confronti della velocità di elaborazione del nuovo MacBook dice di me - il fatto è che siamo in questo insieme e dobbiamo imparare a rispettarci punti di vista. Qui, secondo gli esperti, ci sono alcune strategie.

Sii aperto sulle tue frustrazioni

Secondo Dziedzic, i disaccordi diventano problematici quando un partner ignora i propri desideri di placare la situazione, che genera risentimento. Quindi, invece di lamentarmi silenziosamente quando mio marito osserva un fatto a cena piuttosto che teorizzare insieme la risposta, dovrei esprimere i miei sentimenti, ma con un occhio al compromesso. "Anche se non dovresti rinunciare ai tuoi desideri personali", dice Dziedzic, "ci sono certamente delle cose su cui entrambi puoi muoverti."

Smetti di provare a cambiare l'altra persona

Mentre desidero pomeriggi senza telefono leggere romanzi insieme e mio marito desidera ardentemente che io sia entusiasta del nuovo iOS, alla fine queste fantasie non ci stanno facendo molto bene. "Se un partner spinge sempre l'altro a essere più simile a loro, questo è un terreno fertile per il conflitto", afferma Raffi Bilek, direttore del Baltimore Therapy Center. Invece di cercare il cambiamento, prova ad accettare queste differenze come parte del tuo partner.

Imposta i confini

Molti esperti di relazioni raccomandano di stabilire regole chiare sulla tecnologia. Questo può applicarsi ai comportamenti quotidiani, ma anche a cose come le finanze o il tempo di qualità: ad esempio, rendere la cena priva di tecnologia, concordare un budget mensile di gadget, decidere di bilanciare ogni attività incentrata sulla tecnologia o acquistare con uno più analogico.

Ricorda gli Upsides

I tuoi diversi atteggiamenti hanno benefici inaspettati. Per prima cosa, ti aiuti a scoprire cose nuove: Finney ha presentato al suo ragazzo le gioie di Instagram, mentre "mi ricorda che c'è bellezza nelle attività che non sono sullo schermo." C'è anche il fatto che interessi diversi favoriscono che oh- elemento così essenziale del successo della relazione: lo spazio. Quel casco VR di cui ero arrabbiato? Ora ringrazio Oculus ogni volta che mio marito lo indossa e si dirige nella stanza degli ospiti per giocare a Fortnite, lasciandomi disteso sul divano a leggere il mio libro in pace.

Tienilo in prospettiva

Alla fine, a meno che il tuo partner non stia soffiando tutti i tuoi soldi su iPad o insistendo nel passare a una yurta nello Yukon, questo non è un grosso problema. “La disparità tra chi adotta la tecnologia e chi evita la tecnologia è relativamente piccola nel grande schema delle cose. È un mito che le coppie debbano condividere hobby, simpatie o interessi per avere una relazione di successo ", afferma Bilek.

È una cosa rilassante da tenere a mente. Potrei non condividere mai l'entusiasmo di mio marito per la nuova funzione FaceTime a 32 vie, e potrebbe non capire mai perché preferisco la mia copia cartacea di due chili di The Goldfinch a un Kindle. Ma dopo che Alexa ci dice che tempo fa sabato mattina - o dopo che spingo la testa fuori dalla finestra e gli faccio sapere che fa caldo - usciamo ancora insieme per iniziare la giornata.